Pubblicato il

Pastiglie MTB come Scegliere ? Organiche – Sinterizzate – SemiMetalliche

Condividi su:

Vi voglio parlare delle pastiglie MTB su come sceglierle, molti di voi spesso ci chiedono informazioni in merito e quindi ho deciso di scrivere questo articolo proprio per cercare di dare informazioni utili.

pastiglie mtb come scegliere

Le pastiglie a parte qualche piccola differenza sulla placca di supporto (alcuni modelli hanno la placca in alluminio per ridurre il peso e dissipare meglio il calore) si differenziano per la tipologia di mescola utilizzata.

Nonostante ogni produttore abbia le sue mescole, possiamo comunque distinguere le pastiglie MTB in tre semplici Tipologie:

Pastiglie MTB Organiche

nelle pastiglie organiche il ferodo è molto tenero e contengono una buona quantità di resine, gomma naturale e talvolta polimeri quali il kevlar.

•    buon comportamento a freddo: la frenata e subito pronta e potente anche ad impianto freddo.
•    Vantaggiose su discese di tecnico lento con velocità di percorrenza basse e bisogno di una frenata subito pronta.
•    maggiore potenza frenante
•    ottime sul bagnato
•    la mescola tenera previene l’usura del disco
•    sotto stress le pastiglie tendono a vetrificare con conseguente decadimento di prestazioni.

Pastiglie Organiche Mtb

Pastiglie MTB Sinterizzate

(generalmente montata di serie) il ferodo viene realizzato tramite un processo di sinterizzazione e contiene in parte metalli ed in parte resine o altri polimeri utilizzati anche nelle pastiglie organiche.Il processo di sinterizzazione permette, senza pervenire a fusione, di saldare tra di loro le particelle del ferodo migliorandone la resistenza all’abrasione e la sua durezza.

•    discreto comportamento a freddo: le pastiglie richiedono di entrare in temperatura prima di generare la massima potenza frenante, tuttavia anche a freddo hanno una risposta molto buona
•    Lunga durata
•    Prestazioni inalterate da pioggia o neve
•    Buona resistenza al surriscaldamento: anche ad alte temperature non si ha eccessiva perdita di prestazioni.
•    Dissipano meglio il calore riducendo il rischio di surriscaldamento dell’impianto.
•    La mescola intermedia usura solo in misura marginale il disco. Il disco si usura più che con le organiche ma meno che con le metalliche.

Pastiglie Sinterizzate Mtb

Pastiglie MTB semi-metalliche

il ferodo delle pastiglie semi-metalliche non è un blocco unico di metallo come farebbe pensare il nome, ma è generalmente costituito da ferro, rame, acciaio e grafite mischiati assieme. Per la natura dei suoi componenti è molto duro.

•    Eccellente tenuta al surriscaldamento: anche sotto stress le pastiglie difficilmente entrano in crisi.
•    A freddo le pastiglie richiedono di entrare in temperatura per avere delle buone prestazioni
•    Modulari
•    Rumorosità a freddo
•    La presenza di metallo causa un leggero consumo del disco
•    Discreta potenza frenante.

Pastiglie semi-metalliche Mtb

Consiglio di PbikeStore sulla scelta delle pastiglie MTB

Organiche sono adatte a quei biker che vogliono pastiglie mtb silenziose, modulari da usare in tutte le stagioni.

Sinterizzate sono adatte a chi cerca la massima potenza frenante, senza compromessi. (a volte sono un pò rumorose)

Semi-metalliche sono adatte a chi con la mtb non ne fa uno sport estremo, e  cerca il miglior rapporto prezzo/prestazioni. (lunga durata)

Condividi su:
Lascia un commento