Nuova mescola MaxxSpeed di Maxxis per MTB XC

Maxxis si migliora ancora nell'innovazione e nella tecnologia, presentando una nuova mescola per copertoni MTB da XC chiamata MaxxSpeed.

nuovo maxxis ikon maxxspeed 29 x 2.35

Sviluppata in collaborazione con il campionissimo Nino Schurter, il vincitore di più titoli mondiali e di Coppa del mondo MTB di qualsiasi altro bikers nella storia dell' XC.

La nuova mescola MaxxSpeed utilizza un riempitivo di silice per migliorare sia la velocità che la trazione sul bagnato.

I test dimostrano che MaxxSpeed riduce la resistenza al rotolamento di oltre il 25%, fornendo un vantaggio che può ridurre fino a un minuto il tempo di un ciclista in una gara di 90 minuti ! Ecco il segreto dei Piloti Maxxis.

Questo notevole miglioramento delle prestazioni non è solo un risultato ottenuto in laboratorio. MaxxSpeed ha fornito risultati reali per Nino Schurter e altri bikers dell Team SCOTT-SRAM nelle ultime stagioni, contribuendo con diverse vittorie in Coppa del mondo e Campionati del mondo.

nino schurter con maxxis maxxspeed in test

Schurter apprezza il vantaggio offerto da MaxxSpeed, ecco cosa dice:

Le corse XCO sono sempre più competitive che mai. La nuova mescola MaxxSpeed scorre più velocemente e ha un grip migliore rispetto a prima (3c maxx speed), dandomi un vantaggio sui miei rivali.

Per coprire la varietà di condizioni e terreni che i bikers XC incontrano, la nuova mescola è disponibile in una gamma completa di modelli con battistrada da XC, tra cui:

nuove gomme maxxis maxxspeed: aspen, ikon, rekon race e severe
  • Aspen 29 x 2.40 e 29 x 2.25
  • Rekon Race 29 x 2.40
  • Ikon 29 x 2.35
  • Severe (nuova gomma da fango 29 x 2.25)
  • Aspen ST 29 X 2.40 e 29 X 2,25
Non disponibile
Il prezzo originale era: 70,50 €.Il prezzo attuale è: 50,90 €.

Tutte le specifiche utilizzano la comprovata carcassa XC da 120 TPI di Maxxis, predisposta per tubeless, con protezione del fianco EXO.

Importante:

La nuova MaxxSpeed non è da confondere con la 3C MaxxSpeed, sono due mescole diverse che utilizzano composti diversi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *